Home » Notizie SEO » Aggiornamento Seo Phantom

Aggiornamento Seo Phantom

All’inizio del mese di Maggio ci sono state delle oscillazioni nelle SERP del motore di ricerca Google.

Inizialmente si pensava a un ritorno di Panda ma Google aveva smentito.
Glenn Gabe, (inventore del nome Phantom) ha notato alcune similitudini con il primo aggiornamento Fantasma e ha battezzato questo aggiornamento con il nome di Phantom 2.

Il Phantom penalizza l’ insufficiente qualità soprattutto quella dei contenuti, la sua particolarità è proprio questa: mette sotto la lente i contenuti e non i link.

Come poter sfuggire a questo Fantasma e alle sue penalizzazioni?

Ottimo antidoto alla penalizzazione è la produzione di contenuti sempre originali.
È preferibile un uso sobrio delle parole chiavi e prediligere una SEO chiara ad una SEO forte è la regola d’oro.

La temuta notifica compare nella Search Console ( la vecchia Webmaster Tools) ma non sempre si riesce ad avere l’assoluta certezza di essere imbattuti nella penalizzazione, come sapete la causa del fallimento di un sito nelle SERP può avere diverse cause e purtroppo non sempre sono rintracciabili.

Dopo aver negato l’aggiornamento del 19 Maggio 2015 a Search Engine Land, Google ha confermato che sono stati effettuati dei cambiamenti all’algoritmo nei termini processuali legati alla segnalazione riguardante la qualità.

Per questo il Phantom è stato rinominato con l’ appellativo di Quality Update.

L’aggiornamento è stato confermato anche da John Mueller che ha affermato: “In buona sostanza, stiamo lavorando per cercare di aumentare rilevanza e qualità dei risultati di ricerca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website