Home » Corsi SEO » Google Search Console: il nuovo strumento di controllo

Google Search Console: il nuovo strumento di controllo

Il servizio Webmaster Tools di Google, dopo 10 anni cambia nome e diventa Google Search Console.

Il cambiamento è solo nel nome la sua funzione rimane del tutto invariata, nessuna modifica è stata fatta per l’effettiva funzionalità del prodotto.

Il famoso motore di ricerca ha deciso di rinominare uno dei suoi servizi web base più popolari, che in questi anni  è stato utilizzato non solo da webmaster ma da altre figure professionali come seo specialist, programmatori, addetti al marketing, designer, sviluppatori di applicazioni e business owners.

La sua natura rimane sempre la stessa: concedere a chiunque amministri un sito Web di ottimizzare le pagine e i contenuti in modo da assicurarsi una maggiore visibilità, attraverso l’impiego di strumenti per la diagnostica e suggerimenti mirati nel caso di errori riscontrati come eventuali link rotti e problematici ai meta tag.

Vi chiederete ma se non è cambiato nulla nelle sue funzionalità come mai questa operazione di rebranding?

L’obiettivo di questa nuova denominazione è attirare nuovi utenti. Google con questo cambiamento vuole rivolgersi “a tutti coloro che hanno a cuore la Search”, e che il Google Search Console venga utilizzato per “migliorare la visibilità dei contenuti nel motore di ricerca”.

Tutto è rimasto invariato a parte il notevole miglioramento del rapporto “Analisi delle ricerche” rispetto a quando si chiamava “Query di ricerca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name *
Email *
Website