Home » Uncategorized » La nuova SERP di Google sui dispositivi mobili

La nuova SERP di Google sui dispositivi mobili

La nuova SERP di Google sui dispositivi mobili

Basta guardarci attorno per capire quanto siamo presi dalle app: un’occhiata a quella del meteo, la ricetta a portata di smatphone in cucina, i messaggi istantanei su whatsapp, messenger, Facebook… Una vita on line.

Questi sistemi faranno evolvere il nostro modo di cercare: chiederemo all’iPhone, non più a Google o Bing e inizieremo a scegliere tra i risultati proposti dal nostro dispositivo mobile. Vediamo una SERP, non di Google, ma sempre una pagina dei risultati di ricerca dove avviene una competizione e dove solo uno dei risultati saprà catturare la tua attenzione e la tua scelta. Occorre considerare come gli assistenti personali cambieranno il nostro modo di fare ricerche.

serp mobile

Cambiamenti della SERP su mobile

Se vuoi capire che posizioni occupi per una determinata parola chiave prova a simulare quella che immetterebbe un potenziale cliente ed otterrai le informazioni di competitor, funzionalità di Google che si attivano, il tuo snippet con il copywrite e chiaramente fallo da mobile, proprio perché è lì che, quasi sicuramente, succederà il primo incontro tra te e la persona che ti interessa. Implementa, dove possibile, il codice di markup di Schema.org che simula quello che fa il tuo utente da mobile. Non smettere di tenere monitorato il fenomeno perché la prima azienda che le adotta questi accorgimenti potrebbe registrare un vantaggio rispetto a chi lo farà dopo.

Si sta evolvendo di conseguenza anche il contesto in cui operano i professionisti della consulenza SEO, acronimo di  Search Engine Optimization, i gestori di servizi di hosting e chiunque abbia la necessità di monitorare un sito o un blog fuori dal proprio ufficio o dalla propria postazione di lavoro. Potrebbe succedere di dover avere a portata di mano i propri strumenti nei momenti più disparati; durante una consulenza in sede da un cliente oppure fuori orario di ufficio o semplicemente abbiamo un sito su WordPress e vogliamo gestirlo nei nostri ritagli di tempo. Troviamo subito tante applicazioni Android per lavorare sui dati di un sito anche da mobile.

serp

Conclusione

Le nuove ricerche correlate da mobile sono informazioni preziose per i SEO specialist e per chi si occupa di seo copywriting, infatti le parole suggerite sono keyword che possiamo sfruttare per integrare i contenuti che abbiamo già sviluppato nella pagina posizionata e costituiscono un ottimo suggerimento per rendere i contenuti più rilevanti rispetto alla keyword principale. Facendo swipe verso destra sulla SERP di Google puoi visualizzare le altre keyword correlate e noterai che alcune sono identiche a quelle che trovi a fondo pagina mentre altre sono nuove. È su queste ultime che devi concentrarti per migliorare i contenuti del tuo sito. Per un sito di successo.

 

Servizi

Prima pagina di Google

Posizionare sito su Google

Visite per sito web